HA INIZIO L’ACCOGLIENZA IN FAMIGLIA RIVOLTA AI TITOLARI DI PROTEZIONE INTERNAZIONALE (Status di rifugiato e Protezione sussidiaria) PROMOSSA DA ARCI NELL’AMBITO DEL PROGETTO FRA NOI 2.

Vivi nelle province di SAVONA, GENOVA, PESCARA E LECCE e vuoi candidarti come ‘Famiglia Accogliente’?

Ecco quali sono i requisiti e chi contattare

In Arci Famiglia vuol dire:

- Coppia senza figli

- Coppia con figli

- Nuclei monoparentali

- Single

- Nuclei di convivenza (gruppo di amici, studenti, lavoratori/trici, pensionati/e)

Per assicurare un’accoglienza di qualità, la famiglia deve

  • Essere disponibilità a condividere la quotidianità con persone provenienti da diversi contesti socio- culturali;
  • Essere disponibilità a collaborare attivamente con le professionalità individuate per lo svolgimento del servizio e con l’équipe di progetto;
  • Avere la disponibilità di una camera da letto dedicata in maniera esclusiva all’ospite. Elemento di favore aggiuntivo è la presenza di un bagno dedicato.

 

Se vuoi maggiori informazioni e stai pensando di candidarti come Famiglia Accogliente scrivi a:

Savona – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Genova – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Pescara – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lecce – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

O ai contatti nazionali:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Il termine ultimo per l’invio delle candidature: 31 luglio 2021

Cos’è l’accoglienza in famiglia dei rifugiati? Qual è la sua storia in Italia e in Europa? Perché si pratica anche nel progetto “Fra noi, seconda edizione”? Come si gestisce un percorso di accoglienza? Quale esperienza ci deriva dalla prima edizione? Come si costruisce comunità attraverso di essa? Cosa possono fare gli enti locali?

A tutte queste domande e a molte altre cercheremo di dare risposta nel corso di formazione “Accoglienza di rifugiati in famiglia nell’ottica dello sviluppo di comunità”, offerto in modalità a distanza dal progetto FAMI ”Fra noi – seconda edizione” ai propri partecipanti (Referenti regionali, case manager, altri), ma anche a personale di realtà esterne che vi volessero prendere parte.
 

OBIETTIVI DEL CORSO

 
Obiettivo del corso base è garantire ai partecipanti le informazioni e gli strumenti fondamentali per la gestione di un progetto di Accoglienza in famiglia, fornendo inoltre un contesto storico e sociale del proprio operare.

Obiettivo del corso avanzato, che non è riservato a operatori esperti, ma la semplice prosecuzione del corso base, è l’approfondimento dei temi che caratterizzano la seconda edizione del progetto “Fra noi” e altri progetti simili diffusi sul territorio nazionale, a partire dalla caratterizzazione comunitaria dell’intervento.
 

I DOCENTI DEL CORSO

I docenti sono operatori di “Fra noi” sin dalla prima edizione: Roberto Guaglianone, Giulia Telaro, Eva Veroli, cui si aggiunge una famiglia accogliente; professionisti impegnati nelle progettazioni di Caritas Italiana “APRI” e i “Corridoi Umanitari”, o “Commit” del Consorzio Communitas, come Eleonora Raimondo, oppure “Ancora 2.0” di CIAC Parma, come Michele Rossi; o infine, dirigenti di Comuni che hanno adottato buone pratiche sull’accoglienza in famiglia, come Paolo Fasano di Ravenna.

CORSO BASE DI FORMAZIONE "FRA NOI" - 12 ORE

20 MAGGIO 2021
MODULO 1 - ore 14.00-16.00
L'accoglienza in famiglia in Italia e in Europa - storia e forme 
Docente: Roberto Guaglianone

MODULO 2 - ore 16.30-18.30
"Fra Noi" seconda edizione e l'azione di Accoglienza in Famiglia
Docente: Roberto Guaglianone

27 MAGGIO 2021
MODULO 3 - ore 10.30-12.30
La selezione delle famiglie mentori e il lavoro sulle aspettative
Docente: Eleonora Raimondo - Conduce: Roberto Guaglianone

MODULO 4 - ore 16.30 - 18:30
Accoglienza e comunità
Testimonianza di una famiglia accogliente di “Fra noi” - conduce Roberto Guaglianone

03 GIUGNO 2021
MODULO 5 - ore 14.00-16.00
La selezione dei destinatari
Docente: Giulia Telaro - conduce Roberto Guaglianone

MODULO 6 - ore 16.30-18.30
Il matching tra i candidati e l'accompagnamento all'accoglienza
Docente: Eva Veroli - conduce Roberto Guaglianone
ISCRIVITI AL CORSO

CORSO AVANZATO  "FRA NOI" - 8 ORE

10 GIUGNO 2021
MODULO 7- ore 14.00-16.00
Il vademecum dell'azione di Accoglienza in Famiglia
Docente: Roberto Guaglianone

MODULO  8 - ore 16.30-18.30
La sensibilizzazione dei territori
Docente: Roberto Guaglianone

17 GIUGNO 2021
MODULO 9 -  ore 14.00-16.00
Costruire comunità con l'Accoglienza in Famiglia
Docente: Michele Rossi - conduce Roberto Guaglianone

MODULO 10 - ore 16,30-18,30
Accoglienza in Famiglia e politiche locali
Docente: Paolo Fasano - conduce Roberto Guaglianone
 

ISCRIVITI AL CORSO

 

 

 

 

Dalla collaborazione tra il progetto Fra Noi e il progetto APRI che coinvolge la rete Communitas, vogliamo condividere con voi una nuova opportunità formativa sul tema dello sviluppo di comunità.
La formazione si divide in tre diversi appuntamenti, sarà online in diretta Facebook sulla pagina di Caritas Italiana e condotta da Ennio Ripamonti con Snodi.

 

 

Continua anche in questa seconda edizione del progetto FRA NOI la collaborazione con l'associazione di promozione sociale di Milano  MCF, Mondo di Comunità e Famiglia. La finalità di questa realtà radicata su tutto il territorio nazionale, è creare un luogo di vita che permetta alle famiglie che la abitano di "stare bene" attraverso la condivisione e la vicinanza solidale, garantendo al contempo l'autonomia del singolo nucleo familiare. FRA NOI, lavorando in questa seconda edizione con maggiore intensità sulla valorizzazione e il ruolo del senso di “comunità”, trova in MCF ancora una volta un partner davvero insostituibile.   

Al via l'infermiere di famiglia/comunità: le Regioni danno le indicazioni

Il sistema di welfare non si dimostra ancora capace di offrire opportunità di inclusione ai migranti una volta conclusi i periodi di accoglienza nei diversi sistemi (Siproimi ora SAI, Cas ecc). Il rischio di povertà ed esclusione sociale per i migranti extra UE è esponenziale e con un impatto pesantissimo sulle comunità locali dove, peraltro, l’opinione pubblica si spezza in due tra coloro che difendono i diritti dei migranti e quanti, al contrario, li accusano di essere un peso per il welfare e di infoltire i gruppi criminali.

Questa nuova edizione è dunque importante per implementare un sistema di intervento attraverso azioni specifiche e locali che può contare su una rete diffusa e capillare e sulla costruzione di accordi operativi con i servizi territoriali, il mondo aziendale e la società civile, perché FRA NOI non è solo il sostegno ai singoli percorsi di autonomia, ma un insieme di interventi che coinvolgono la COMUNITA’ ponendola al centro dell’inclusione.  

In questo senso la collaborazione tra il progetto FRA NOI e la rete delle famiglie accoglienti di MCF, già sperimentata nella prima edizione, assume una importanza ancor più strategica. Oltre ai percorsi di Accoglienza in famiglia ed in comunità, anche nella formula del co-housing con famiglie tutor e di sostegno, FRA NOI e MCF lavoreranno  perché sia sempre più evidente che al di là dell'esigenza di fare azioni e arrivare ai risultati auspicati e concordati con il Ministero degli Interni,  progetti come il FRA NOI si allontanino il più possibile dalla logica della prestazione, per favorire la piena inclusione connettendo tutti (soggetti istituzionali, cittadini, organizzazioni, beneficiari e servizi ) nella comunità reale delle persone, attraverso la costruzione di relazioni di solidarietà, reciprocità e cura.

Per saperne di più:  www.comunitaefamiglia.org

CRITICITÀ E OPPORTUNITÀ NEI PERCORSI DI INTEGRAZIONE DEI RIFUGIATI

La partnership del progetto Ancora 2.0 propone due tavole rotonde in cui discutere pubblicamente su temi che attraversano la quotidianità del lavoro sociale a fianco dei rifugiati e che al tempo stesso sfidano le tradizionali e più ricorrenti categorie attorno cui ha preso forma il lavoro sociale, la presa in carico e l’accompagnamento dei titolari di protezione nei diversi “sistemi” italiani.

Per partecipare è possibile iscriversi al seguente link https://zoom.us/meeting/register/tJEud-6vrj4uGdc3lSuVtXJy_NH2n0WWgOgp